OPERA N°27
Inserisci sottotitolo qui

TRANQUILLITA' UTOPICA

OPERA numero 27

SEDUTE numero 103

La tranquillità è un utopia , è una sensazione minimalmente attimale è uno stato interiore che dura il tempo di un attimo. L'uomo non è nato per la tranquillità . Sono innumerevoli le forze interne ed esterne che lo spingono costantemente in direzioni diverse , spesso opposte . l'uomo desidera l'azione se non la trova la crea . In questa mia opera ho voluto rappresentare la vita del sottobosco apparentemente tranquilla ,ma anche lì e il caos . I funghi che come gli stupidi non hanno bisogno di essere seminati ,nascono senza fare rumore senza disturbare ma subito subiscono l ' aggressività e prepotenza dei lumaconi ,lumache e vermi del sottobosco con una pressante necessità di sopravvivenza ....e poi arriva l'uomo che li porta in padella. Neanche lì c'è tranquillità.