OPERE TRIBUTO

QUESTE  MIE OPERE ESCONO DAL CONTESTO ARTE STITICA . NON SONO DIPINTE NEL MIO MOMENTO CATARTICO ARTISTICO  E NON PRESENTANO  LA CROCE BIANCA  DELL' ARTE STITICA . SONO OPERE  TRIBUTO DEDICATE A GRANDI PERSONAGGI 

TRIBUTO A MARTIN DUBAY

TRANSUMANZA DEL PLAYBOY

Martin Dubay noto playboy delle nostre zone. Era un gran collezionista di donne e di balle. Gran seduttore e conquistatore ,viveva di espedienti sentimentali non pensava altro che alle donne . Scapolo , ostentava orgoglioso questa  sua libertà . Libertà che lo rendeva schiavo della sua passione. Playboy era il suo mestiere , non so che lavoro facesse ma lui diceva sempre che non poteva cercare un lavoro perchè la massa di donne che lo circondavano non gli permettevano  anche solo avvicinarsi al lavoro.  Disponeva sempre di macchine bellissime  per qualche mese , prime che gliele togliessero  per non aver pagato le rate .Gran frequentatore dei bar , una sera si e l'altra anche , per poter raccontare le sue avventure.  Ma era naturale che Martin playboy da bar raccontasse delle balle ma,  riusciva a raccontarle con stile in modo di avere l' approvazione da tutti . Molto spesso si autosuggestionava a tal punto da essere invischiato nei suoi racconti . Sapeva conferire ad ogni nuovo amore un' aura poetica diversa e a rivelarlo era la ricchezza dei valori emotivi che caratterizzavano il suo frasario abituale . Quanto lo invidiavamo e lui ci catechizzava con "ragazzi ci vuole solo molto coraggio , tante chiacchiere e poca vergogna".    Ogni donna la traportava nel suo mondo immaginario secondo noi. Da questo motivo ho dedicato a lui questa opera  LA TRANSUMANZA DEL PLAYBOY

     PRIMAVERA NEL GIARDINO 

DELLE VERGINI DI MONPURNAS

Nella mia fase di acculturamento sull'arte osservando le grandi opere del passato ho visto un pullulare di vergini da ammirare , figura angelica o tentatrice . Le vergini sono rinchiuse in schemi che le vedono angeliche ed eteree ma ,anche tentatrici fonte di perdizione , un limbo che le vede essere muse o l'essere sfingi . Questa mia opera non vuole minimamente parlare della verginità , sull' argomento potrebbe aprirsi un dibattito tra estimatori e detrattori . Si tratta di una scelta assolutamente personale che non va contestata . Non è una moda è una scelta di vita . Non esistono scelte migliori di altre . La mia opera è solamente frutto di una constatazione personale . Le vergini sono state muse di numerose opere greche come le dee vergini Estia, Artemide , Atena o negli egizi la dea Iside , le vergini ninfe . Più recentemente opere come Le vergini savie e le vergini stolte , o  lo stupendo Corteo delle vergini nella basilica di S. Apollinare a Ravenna , più recentemente Le vergini di Gustav Klimt solo per citare alcune opere del passato. Ora nell' arte contemporanea sono in via di estinzione . Ho cercato di indagare sui cambiamenti , ho fatto un vero e proprio excursus nella storia delle vergini , nella storia del pensiero e della cultura . Ho trovato che ora pullulano solo più nei titoli dei film porno. E ho voluto creare un giardino immaginario  con i vari titoli come Vergini a lezione di kamasutra ,Venere , Pecorella smarrita , La vergine bollente,  Le vergini pure , Le vergini di strada , Le vergini danzanti, La sirenetta , e La vergine pensante presa dai dilemmi  di  William Shakespeare "la dò o non la dò questo è il dilemma ". Monpurnas è un paese immaginario non cercatelo su google 

           

  TRIBUTO A LEONARDO

                L' ULTIMA                  

        PRIMA COLAZIONE 

          DA SEBASTIANK


  • Mi è stato chiesto più volte "qual'è il quadro che vorresti dipingere ?" La mia risposta è sempre stata "l'ultima cena di Leonardo". Ma sono assolutamente consapevole che da parte mia anche solo pronunciando questo desiderio commetto un sacrilegio imperdonabile....Mi perdoni il Gran Maestro Leonardo  come penitenza non dipingerò mai L'ultima Cena . Come tributo a Leonardo ho creato questa mia opera che riporta un mio sogno notturno . Sognando e risognando ho sognato di invitare a casa mia dodici personaggi della storia  che mi hanno assillato a scuola ,che ho ammirato , che mi hanno affascinato. Li ho invitati per una prima colazione informale alla buona ,con prodotti del posto, semplici e genuini ed hanno accettato onoratissimi . Il momento raffigurato è quello dell'attimo della foto di rito per immortalare il momento storico . La costruzione prospettica è tale da creare un effetto di ampliamento illusorio dello spazio reale che  degrada verso  il fondo aperto su un paesaggio luminoso su cui svettano la Bisalta e il Monviso icone del mio territorio. La figura di Sebastiank isolata al centro è composta e solenne . Gli ospiti sono raggruppati stretti stretti al tavolo il posto è poco  e bisogna arrangiarsi. I posti non erano nominativi , ognuno si sedeva a piacimento dove trovava posto . Partendo dalla sinistra guardando l'opera gli ospiti sono : 
  • Dante Alighieri sempre avvolto dal lucro, il suo mantello di color rosso ,Einstein con la sua capigliatura geniale  da genio , Leonardo con la sua grande barba archivio di grandi idee, Bill Gates con il suo computer per essere sempre connessi , Papa Giovanni umile e buono poco avvezzo a queste uscite , Cristo qui in versione rock a cui ho offerto uno dei suoi pesci che ha moltiplicato , l ' ho trovato su internet , la mitica Elisabetta tutta in tinta , Napoleone  con il suo Petit chapeau  simbolo della sua figura , Nelson Mandela colui che tutta la vita si è battuto per i diritti dei neri , Garibaldi l'eroe dei due mondi ,per fortuna è venuto da solo senza i suoi mille,  Cristoforo Colombo sempre alla ricerca di nuovi orizzonti e nuove mete , Toro Seduto mito della mia infanzia dal look inconfondibile. Sono rimasti tutti soddisfatti ed onorati di aver partecipato a casa  mia alla prima colazione ........ l'ultima prima colazione da Sebastiank  perchè non ho mai più sognato un ' altra colazione . Mi piace sognare perchè dentro un sogno tutto è possibile

Sebastiank


TRIBUTO A CRISTO

CRISTO L'UOMO PIù AFFASCINANTE DELLA STORIA

TRIBUTO A MODIGLIANI

PER I 100 ANNI DALLA SUA MORTE

2020 TRIBUTO A MODIGLIANI

In questa mia opera  mi sono umilmente permesso di rappresentare due ritratti di Jeanne  Hebuterne amante moglie e soprattutto musa ispiratrice di molte sue opere . Mi piace ricordare Modì per i suoi tratti languidi, per quel modo con cui è riuscito a cogliere la bellezza rendendola immortale . Mi piace ricordarlo per i suoi colli sinuosi lunghi e flessuosi , per i suoi occhi sottili che osservano l'infinito a cui ha tolto l'età . I suoi ritratti hanno la capacità con pochi tratti di catturare l'essenza dei suoi soggetti arricchita da un eleganza senza tempo.

ciaooo Modì

Sebastiank

LA MIA PAGINA PERSONALE SUL PORTALE TRIBUTO A MODIGLIANI

PORTALE TRIBUTO A MODIGLIANI



TRIBUTO A DANTE

ALI' PARADISO INFERNO E VICEVERSA

DANTE ALIGHIERI per me ALI un poeta molto raffinato . Credo di non avere nè la capacità nè la competenza per esprimere un giudizio su Dante , Mi è sempre rimasto impresso il suo ritratto .Gli artisti hanno sempre dipinto Dante con gli stessi tratti , con un naso aquilino ma non grifano, espressione corrucciata ,faccia malinconica e pensosa , sul capo una corona di alloro simbolo di imperitura e gloria poetica e sempre avvolto dal lucro ,un mantello soprabito di color rosso acceso. Leggendo il suo poema mi sono immerso nelle idee che una grande mente ha prodotto meditando sulla teologia e sulla politica del suo tempo .Con la sua abilità nel costruire i versi ci mostra l' animo umano travolto dalle passioni e la sua piccolezza difronte all'immensità del cosmo . Certo che avesse scritto la Divina Commedia  nei nostri giorni avrebbe dovuto dedicare molteplici volumi all' inferno. Nella mia opera ho voluto rappresentare Dante davanti al suo paradiso e all'inferno in un parallelismo capovolto . Questa mia opera è diventata un pò un segna umore delle mie giornate, quando tutto va bene il paradiso diventa allegoria della felicità e invece quando le giornate sono infernali capovolgo il quadro .

 


TRIBUTO ALLA REGINA 

ELISABETTA II


Sin da piccolo ho sempre avuto una ammirazione per Elisabetta II Regina d 'Inghilterra  forse inculcato dalla mia nonna Barbara che stravedeva per i reali. Elisabetta un opera d'arte del xx secolo . Con il suo comportamento il suo vestire ha fatto si che il suo stile diventasse emblematico. Lilibet si è sempre mostrata imperturbabile , sempre forte ,regale, ineffabile da sembrarci immortale. Quattro semplici parole che racchiudono una grande verità nei suoi motti  mi hanno fatto scuola "NEVER COMPLAIN, NEVER EXPLAIN" . Lei ha sempre lasciato che la gente avesse il suo becchime quotidiano per buttare avanti una vita noiosa e flaccida  senza mai spiegare. Ciò mi ha insegnato a ignorare completamente ciò che mi può dare fastidio , lasciando che ognuno pensi ciò che vuole pensare evitando di impiegare inutilmente il tempo cercando di dare spiegazioni . Spiegare dà solo potere all'altro che sta cercando di metterti in difficoltà . Lamentarsi non conduce ad alcuna soluzione  ma soltanto infelicità depressione e vittima sopraffatta dagli eventi .Meditate gente!!!!!!!! Abbandonate la negatività e praticate la potenza del pensiero e del dialogo positivo per trasformare la vostra vita e vivere a lungo perchè la vita è bella nonostante tutto ...

Sebastiank